Giardino roccioso: ecco come creare un’area esterna diversa e originale

giardino roccioso-parete-legno-sabbia

Il giardino roccioso oggi è il nostro tema. Abbiamo preparato una fotogallery, composta da quaranta suggerimenti originali a cui ispirarsi per creare un outdoor veramente eccezionale. L’area esterna di una casa è un posto da vivere, ma anche da amare. E’ il posto perfetto che permette di godere di un’area fresca e momenti di relax in piena tranquillità. Rilassarvi in mezzo alla natura non ha

giardino roccioso-forma-irregolare

prezzo. Proprio per questo motivo è opportuno prendersi cura e fare una attenta progettazione. Prima di tutto però, il giardino deve soddisfare le necessità e le esigenze estetiche di chi lo possiede. In questo senso realizzare un giardino roccioso è una scelta dettata dalla voglia di avere un angolo esterno del

giardino roccioso-forma-rettangolare-piante

tutto innovativo e particolare. Questa è senza dubbio una scelta molto suggestiva per qualsiasi area verde, e non importa la grandezza. Molto spesso si pensa che nei giardini piccoli non si possano creare dei paesaggi con rocce, ma questo non è per niente vero. Naturalmente se il vostro outdoor è

giardino roccioso-ghiaia-roccia-grande

molto ampio, allora anche la scelta delle pietre sarà varia, dunque si potrebbe scegliere fra tipologie e grandezze diverse. Ma come realizzare un giardino roccioso? La risposta è molto semplice: utilizzando piante e pietre. I consigli non mancano di certo, per questo motivo potete trarre

giardino roccioso-idea-originale

ispirazione dalle immagini qui proposte. Questo genere di spazio esterno è stato inventato per poter essere in grado di coltivare le piante alpine. Ma grazie al successo che ha avuto è diventato il posto ideale per creare anche un’area verde con diverse interpretazioni: mediterraneo, orientale,

giardino roccioso-idea-tavolo-grande

così anche esotico. Per realizzare un giardino roccioso vi dovete armare di un progetto ben preciso da seguire durante la progettazione, ma è possibile affidarsi alle mani esperte di un exterior designer. Anche il fai da te è una valida

giardino roccioso-laghetto-piante-verdi

soluzione, ma diciamo che si addice bene solo per i più esperti. Insomma non è un lavoro adatto a tutti. Se siete amanti della natura, allora le piante alpine fanno al caso vostro. I cambiamenti climatici in corso hanno fatto sì che, queste specie possano sopravvivere in condizioni ambientali tipiche per la montagna.

giardino roccioso-pavimentazione-design-piante

“Camminare, per me, significa entrare nella natura. Ed è per questo che cammino lentamente, non corro quasi mai. La Natura per me non è un campo da ginnastica. Io vado per vedere, per sentire, con tutti i miei sensi. Cosi’ il mio spirito entra negli alberi, nel prato, nei fiori. Le alte montagne sono per me un sentimento.” (R. Messner)

giardino roccioso-progettazione-area-verde

Non c’è scelta migliore che portare la montagna, con le rocce e le piante nel giardino di casa. Tra le specie più facili da distinguere e trovare è il Croco primaverile, detto anche Zafferano selvatico (Crocus albiflorus). I fiori di questa specie sono i primi ad apparire

giardino roccioso-rocce-rotonde-forma-spirale

dopo scioglimento della neve. Il colore predominante è il bianco, ma si possono osservare anche delle colorazioni violetto. Molto comune è anche il mirtillo rosso (Vaccinium vitis-idaea). Quest’ultimo appartiene alle Ericacee e molto spesso si trova assieme al mirtillo nero. Le bacche

giardino roccioso-sabbia-area-verde

sono commestibili e hanno un sapore più acidulo e amarognolo. E’ possibile raccoglierlo e utilizzarlo nella preparazione di marmellate. La Primula invece può regalare colori vivaci e un profumo irresistibile. Cresce bene anche all’ombra e in zone umide. La sua fioritura è da maggio a luglio.

giardino roccioso-scalini-piante

Come abbiamo detto non serve avere un’area esterna molto ampia per poter creare un giardino roccioso, la cosa più importante è selezionare per bene tutti gli elementi che andranno a completare il look di tutto il paesaggio. Tutto quello di cui avete bisogno è un terreno un po’ scosceso, in

giardino roccioso-soluzione-originale-design

pendenza, ombroso o soleggiato non ha importanza, basta avere tanta voglia di creare qualcosa di unico e il gioco è fatto. I sassi e le rocce che daranno carattere al giardino roccioso si possono trovare in dei negozi specializzati, ma se abitate vicino ad un fiume

giardino roccioso-vialetto-colore-bianco

potete raccoglierli tranquillamente da lì. Con quelli piccoli, invece, è possibile delimitare le aiuole e creare dei percorsi da seguire. Un consiglio che possiamo suggerirvi è quello di non scegliere rocce di dimensioni troppo diverse. La cosa migliore

giardini-rocciosi-albero-verde-rocce

è optare per una sola soluzione. Dunque o rocce e sassi grandi, oppure piccoli. Se avete deciso di abbinarle, allora il lavoro è un po’ più complicato, perché bisogna fare attenzione alla sistemazione di quest’ultimi. Vediamo però come procedere se avete

giardini-rocciosi-casa-legno-prendisole

come idea di realizzare un giardino roccioso in stile esotico. Per questo motivo oltre alle pietre dovete fare attenzione anche alle piante che andranno a completare il look della vostra area esterna. Le piante grasse, dunque sono la soluzione migliore.

giardini-rocciosi-cerchio-piante

Le piante grasse sono molto facili da coltivare e richiedono poca cura. Si adattano benissimo nei giardini rocciosi, grazie alla loro versatilità e ai pochi accorgimenti che bisogna seguire. Il fascino esotico di queste però, non si adatta al design

giardini-rocciosi-decorazione-outdoor

di tutte le case. Proprio per questo motivo sta a voi decidere se queste specie si potranno aggiudicare il posto prediletto nel vostro giardino. Sono riconoscibili anche con il nome “succulenti”, perché in grado di assorbire l’acqua in eccesso, immagazzinandola al loro interno. Tutto questo

giardini-rocciosi-idee-design-particolare

per poterla sfruttare in caso di necessità. Come abbiamo detto sono molto facili da coltivare, e per questo motivo non avrete bisogno anche di un sistema di irrigazione innovativo. Essi sono in grado di resistere benissimo anche in zone molto aride.

giardini-rocciosi-pavimentazione-laghetto-piante

Ovviamente ci sarà bisogno di un terreno adatto e alcune condizioni climatiche. In questo senso, se avete deciso di creare un’area esterna con la presenza delle piante grasse, allora il sole non deve mai mancare. Un giardino soleggiato è il posto ideale per coltivarle.

giardini-rocciosi-pavimentazione-realizzata-rocce

I vantaggi delle piante grasse sono tanti. Prima di tutto la scelta è basata al fattore estetico. Tra quelli principali possiamo dire ancora una volta che non necessitano di tante cure, sporcano pochissimo perché non hanno foglie e rami, vivono a lungo e non devono essere potate. Hanno anche un

giardini-rocciosi-stile-minimal

vantaggio economico, non bisogna spendere cifre enormi per l’irrigazione. Proprio per questo motivo il giardino roccioso è l’habitat ideale adatto per la coltivazione delle piante succulenti, richiedono poco terriccio e crescono molto bene in condizioni simili agli ambienti naturali originali. Per quanto

giardini-rocciosi-stile-minimal-pavimentazione-esterno

riguarda che tipo di piante grasse utilizzare le soluzioni sono diverse che si differenziano per la forma, il colore, le dimensioni e le fioriture. La famiglia principale è quella del cactus. La classificazione esatta è piante Cactacee, con 3000 specie e più di 120 generi. Per il giardino comunque è meglio

giardini-rocciosi-stile-zen-laghetto

scegliere quelle senza spine e con fiori. La famiglia delle Cactacee la cui particolare caratteristica è l’apparato radicale crescono bene in aree molto aride. Appunto le radici vanno alla ricerca dell’acqua. Essendo senza foglie la fotosintesi clorofilliana avviene grazie al fusto che assume forme e dimensioni

area-esterna-panchina-realizzata-rocce

differenti, naturalmente a seconda del genere e della specie. Il termine cactus proviene dal greco “Kaktos – pianta spinosa”, cioè è ricoperta da spine. Vediamo adesso alcune regole per la coltivazione. Innanzitutto il terriccio deve essere privo di ristagni d’acqua, molto poroso e ricco

camminamento-realizzato-pezzi-roccia-forma-irregolare

di humus e sostanze organiche. La formula più utilizzata è quella del 40-60% di terriccio universale, 40-50% di lava vulcanica finemente tritata e 10% di sabbia silicea. Naturalmente queste proporzioni possono variare in base al genere e alla provenienza delle specie. Quelle desertiche hanno bisogno di più humus e sostanze minerali. Invee le piante provenienti dalle foreste pluviali necessitano

giardino-pavimentazione-legno-roccia

un pizzico di più di materia organica. Per quanto riguarda le annaffiature, bisogna prestare particolare attenzione. Come abbiamo già detto non devono essere eccessive, per non causare marciumi. Con l’inizio dell’inverno fino a marzo si devono completamente sospendere. Si riprendono gradatamente da aprile. Durante l’estate

giardino-progettato-rocce-piante-verdi

le annaffiature andranno fatte solo quanto il terriccio è completamente asciutto. Invece la moltiplicazione si ottiene solo attraverso polloni e talee. Le talee devono essere preparate prendendo una porzione di fusto di pochi centimetri. Si fa asciugare all’ombra per un dieci giorni. In seguito la talea si interra per qualche

giardino-roccioso-parete-decorativa-legno

centimetro, ovviamente in proporzioni delle sue dimensioni. Va eseguita una prima annaffiatura per far aderire e compattare il terriccio alla superficie. Nell'immagine di sopra invee potete notare un giardino roccioso in cui delle pietre di varia dimensioni si possono utilizzare come camminamento sulla ghiaia.

mix-pavimentazione-rocce-idea-originale

Il tutto naturalmente decorato con delle piante verdi. Ecco un altro esempio in cui i vari tipi di pavimentazione da esterno sono dei veri punti di forza per quanto riguarda il design. In questo caso è stato utilizzato del pavimento in legno, piccole pietre e un prato verde. Tutto dipende dai vostri gusti e dalle vostre esigenze particolari.

outdoor-progettato-modo-originale

Ecco un altro esempio di un outdoor particolare con una pavimentazione in pietra e una vegetazione molto fitta. Anche in questo caso abbiamo tante piante grasse e piccole pietre decorative. L'intera composizione è arricchita da due prendisole in legno. Quest'ultimi si abbinano perfettamente con l'ambiente circostante.

outdoor-rocce-molto-grandi-pezzi-legno

In questa immagine che vedete in alto invece, le pietre di dimensioni grandi sono state utilizzate per creare una composizione decorativa molto suggestiva. Quelle piccole conferiscono un look compatto e originale. Il fai da te in questo caso è del tutto possibile.

pavimentazione-pietra-giardino-pergola

Come abbiamo detto precedente il fai da te è un’attività consigliata solo per gli esperti di giardinaggio, soprattutto quanto si ha a che fare con un giardino roccioso. E’ un ottimo modo per risparmiare del denaro e avere delle soddisfazioni enormi di cui vantare.

ponte-legno-sentiero-roccioso

Dalle varie composizioni che vi presentiamo è possibile rendersi conto che le varianti con cui allestire il proprio outdoor sono tante. Tutto dipende dallo spazio che avete a disposizione. Se quest’ultimo è parecchio potete prendere in considerazione l’idea di realizzare anche un piccolo laghetto. In rete ci sono tanti tutorial per come realizzare un laghetto fai da te. In questo caso le piante acquatiche sono la soluzione migliore. Per decorare potete delimitare con dei piccolo sassi. Il giardino roccioso è ancora una volta alla base di ogni discorso. Se, al contrario il vostro outdoor è molto limitato, allora il

rocce-decorare-giardino-modo-originale

giardino in miniatura potrebbe fare al caso vostro. Se volete maggiori informazioni su questo tema, abbiamo un articolo che tratta proprio come creare un mini – giardino. Ancora una volta le pietre e i sassi sono una pavimentazione perfetta in stile rustico. Nelle immagini che vi proponiamo abbiamo degli ottimi esempi. Non è per niente difficile trovare quelle dalle dimensioni grandi, con superficie liscia e forme più o meno regolari. La ghiaia, la sabbia e le pietre sono la soluzione migliore per allestire un vialetto in stile zen, ad esempio. Un giardino ben organizzato e curato è il sogno di tutte quelle persone che amano trascorrere il proprio tempo libero nel proprio giardino. Il vialetto è quel elemento che potrebbe donare un carattere originale a tutto il paesaggio. Ovviamente a seconda da come e quali materiali vengono utilizzati anche lo stile sarà

sentiero-giardino-roccioso-casa-idea-originale

differente. In questo senso anche la vostra abitazione avrà un look unico e particolare. Se lasciate libero sfogo alla creatività, sicuramente avrete creato qualcosa di originale. La scelta può spaziare tra rocce, mattoni, mattonelle, assi di legno, ghiaia oppure piccole pietre naturali. Potete decidere tra tutti questi materiali e trasformare il vostro vialetto in una passerella nello stile che avete deciso di conferirle. Se siete amanti dello stile moderno, allora le mattonelle sono la variante più adatta. Anche l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale. Quella di design con faretti a terra o proiettati verso l’alto potrebbero creare un’atmosfera particolare e unica. Per quelli di voi che invece preferiscono lo stile classico, le mattonelle a mosaico e le pietre naturali sono la soluzione migliore. Come abbiamo detto per lo stile zen la ghiaia potrebbe rivelarsi molto utile. In questo caso l’acqua è un elemento che non può assolutamente mancare. Questo elemento della natura è d’obbligo in un giardino dallo stampo zen.